OPERE REALIZZATE

Altro
Manutenzione straordinaria della briglia a valle del ponte della S.R. 465 sul torrente But in comuni di Paluzza e Sutrio
Il Carnia Industrial Park aveva in carico la progettazione e la realizzazione dell’intervento attraverso l’istituto della delegazione amministrativa regionale. Grazie al finanziamento della Direzione Centrale Ambiente ed energia della Regione di € 900.000,00, il Consorzio ha inizialmente avviato la procedura d’appalto a conclusione della quale il raggruppamento temporaneo composto dallo studio D'Orlando Engineering srl (capogruppo mandatario), dal p.i. Giovanni Battista De Prato, dal dott. Michele Simonitti, dal dott. naturalista Michele Piccottini e dal dott. geol. Andrea Mocchiutti, è stato individuato per tutte le fasi di progettazione e direzione dei lavori.
La scelta progettuale individuata in seguito agli studi ed alle analisi compiute nei diversi livelli di progettazione, stante la natura del substrato rinvenuto (limi sabbiosi e ghiaie limoso sabbiose superficiali) e vista la pregressa situazione da sanare e i diversi interventi eseguiti negli anni, si è indirizzata sulla realizzazione di un corpo briglia, in sostituzione di quello esistente crollato.
Nel gennaio del 2018, una volta espletato l’iter della gara d’appalto, il Consorzio ha affidato e consegnato i lavori all’impresa Anese Srl, giungendo a completare l’Opera e risanare la struttura in 9 mesi.
La nuova briglia è costituita da un “diaframma continuo” di pali secanti da 80 cm, posti ad interasse di 65 cm, di lunghezza variabile dai 10 ai 12,5 metri. Ancorato sulla paratia è stato realizzato un muro spesso circa 80 cm e alto dai 2 ai 2,8 metri, a collegamento dei pali, la cui sommità è stata rivestita con lastre di pietra in grigio carnico conformemente alla briglia esistente a monte. Per irrobustire ulteriormente la struttura e renderla stabile anche in caso di ulteriori abbassamenti del piano delle ghiaie, sono stati realizzati quattro contrafforti verso monte, fondati su pali. Anche la vasca di dissipazione è stata ripristinata, dapprima demolendo le parti laterali danneggiate e quindi ricostruendola con l’apporto di materiale ghiaioso. In considerazione della natura del materasso naturale è stata inoltre realizzata al piede una massicciata di protezione costituita da grossi massi da scogliera legati fra di loro e fissati alla paratia con funi d’acciaio e golfari, a garanzia di una più controllata e uniforme dissipazione dell’energia della corrente nella sezione trasversale, e a vantaggio della stabilità dell’alveo a valle.

vedi anche: media-press Opera170 
Contattaci per maggiori informazioni compilando il form
*Campi obbligatori
Carnia Industrial Park, in conformità al Reg. 2016/679/UE, dichiara che i dati qui raccolti hanno la finalità di registrare l'utente ed attivare nei suoi confronti un servizio informativo. Tali dati verranno trattati elettronicamente in conformità con le leggi vigenti. In ogni momento l’interessato potrà esercitare i Suoi diritti (accesso, correzione e cancellazione dei dati) nei confronti del titolare del trattamento ai sensi del Regolamento stesso.
Accetto il trattamento dei dati personali
Invia
Torna all'elenco opere
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ulteriori informazioni